RSS

Pane ca meusa (Pane con la milza)

Salve a tutti, la ricetta che andrò a presentare oggi è tipica Palermitana ed è il Pane ca meusa (Pane con la milza).
Prima di iniziare con la ricetta e la preparazione, vi spiego come è nata questa panino molto amato dai Palermitani.
L'origine del Pane ca meusa (Pane con la milza) si fa risalire al Medioevo quando a Palermo era presente un folto gruppo ebraico.
Alcuni componenti di questa comunità, fra le varie attività svolte nei mattatoi cittadini, eccellevano nell’arte di squartare e sezionare gli animali. La fede religiosa obbligava gli ebrei a non percepire denaro per il lavoro di macellazione, così a titolo di ricompensa trattenevano le interiora, che fatte bollire rivendevano ai "gentili" (cristiani) come farcitura di pane e formaggio.
Nel 1492, con l’allontanamento della comunità ebraica dai territori sottoposti al dominio spagnolo di Re Ferdinando II d'Aragona “il cattolico”, quest'attività passò presumibilmente ai “caciuttari”, che nel loro chiosco ambulante, oltre a servire il pane inzuppato nello strutto e riempito di formaggio, aggiunsero le interiora bollite e fritte.
Nell’ottocento nacquero poi le famose "focaccerie" dove, seduti al tavolo e serviti da eleganti camerieri, si poteva gustare la "vastedda” dopo aver risposto alla semplice domanda :” ‘a vuoli schietta o maritata? ”
La prima prevedeva la pagnotta ripiena di milza e altri grassetti appetitosi fatti sfrigolare nello strutto caldissimo, con soltanto un po' di limone; la seconda aggiungeva della ricotta o caciocavallo a scaglie, attribuendo al formaggio “maritato” l'allegoria del velo da sposa.
Ancora oggi il “pani ca’ meusa” si prepara secondo tradizione: forchetta senza i denti centrali per non sbriciolare le fettine di milza; padella inclinata, nella quale in basso frigge lo strutto e in alto stanno le interiora.



Adesso,vi presento la tanto famosa ricetta:
Ingredienti:
  •  gr.500 pasta da pane già lievitata
  • gr. 300 milza
  • strutto.



Procedimento:  Lessate la milza, fatela raffreddare e tagliatela a fettine. Con la pasta da pane fate dei piccoli panini, agitateli su una piastra e cucinateli in forno caldissimo sino a quando saranno dorati. In casseruola in 2 cucchiaiate di strutto scaldate le fettine di milza. Sfornate i panini, imbottendoli con la milza. Premete i panini perché la metà aderisca bene. Li servirete caldissimi, con formaggio o limone. Una variante sarà di "maritare" i panini imbottendoli anche con caciocavallo e ricotta soffriggendoli poi per qualche minuto nello strutto sfrigolante. Dovranno in ogni modo esser serviti caldissimi.

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

5 commenti:

princess ha detto...

ciao eccomi qui sono l'autrice di golosonidolci bellissimo blog anche il tuo quante ricette buoneeeeeeeeeeeeeeeee mi sono iscritta al tuo blog un bacio :D

Ricette di Mondo ha detto...

@princess: Ciao,grazie mlle per essere passata a visitare il mio blog...Spero che mi seguirai sempre il mio blog...A presto

Anastasia ha detto...

Ciao grazie della tua visita e piacere di conoscerti! Che bello leggere questo post! Il genere di ricette condivise che adoro!
Ho assaggiato questo meraviglioso panino nella famosa focaceria di san Francesco (se non erro si chiamava così) a Palermo, una vera delizia!
Sono per natura curiosa e non disdegno mai d'assaggiare nuovi cibi di tradizione locale, ma le interiora proprio non mi piacciono! Ricordo che allora mi feci un pò violenza, ma l'assaggio è stato superlativo! Un gusto davvero particolare! La storia dell'origine di questo cibo però non la conoscevo, dunque grazie! a presto! Any

Maria Pisacane ha detto...

Ciao, ma che bel blog! Complimenti, delle ricette davvero interessanti, poi tradizionali siciliane!! Questo panino lo mangiavo sempre quando andavo in vacanza a Licata, mi ha fatto sorridere il tuo posto e rimandato a dei ricordi bellissimi... Ti lascio il link del mio blog, è appena nato, ma mi da tante soddisfazioni! http://architettincucina.blogspot.it/
Spero ti possa unire al mio blog, mi farebbe davvero piacere!!
A presto e ancora complimenti..
Mari

LOL ha detto...

non mi piace fa schifo, l'ho provato... D:

Posta un commento