RSS

Una buona grigliata di carne

Salve a tutti,chissà quanti voi ieri per il 25 aprile ha fatto la grigliata di carne....Quello che ho pensato di proporvi oggi è come fare una grigliata nel miglior modo possibile e quanti voi ne sono capaci..?!
Cuocere la carne sulla brace può sembrare una cosa semplicissima, ed in effetti lo è, però ci sono delle regole fondamentali e abbastanza semplici che il piu delle volte non vengono applicate ottenendo così il risultato di rovinare delle belle e costose bistecche.
Spesse volte mi sono ritrovato a partecipare a grigliate in campagna insieme ad amici e parenti e l’ improvvisato ” fochista” del gruppo presentava carne bruciacchiata fuori e cruda dentro.
A voi è capitato???!!.....
Considerato che non tutti i giorni si mangia carne cotta sulla brace e che anche la carne come ogni altro alimento andrebbe consumata con moderazione, sarebbe opportuno quella volta che ci capita tale opportunità di gustarci delle braciole saporite e cotte a puntino.
Per fare una buona grigliata dobbiamo per prima cosa procurarci della buona carne di vario tipo: bistecche,braciole,salsiccia etc.. meglio carne del macellaio di fiducia rispetto alle vaschette del supermercato.
La carne come le braciole o le bistecche consiglio di metterla in un recipiente con un trito di aglio e prezzemolo e un poco di olio e.v.o. ed un rametto di rosmarino, in tale modo si insaporirà e grazie al velo d’olio non si incollerà sulla griglia rovente, invece se vogliamo essere sicuri che risulti tenera possiamo metterla a marinare qualche ora prima di cuocerla nella birra, asciugandola e dandole sempre una spennellata d’olio prima di grigliarla.
Per quanto concerne la brace io personalmente preferisco quella ricavata dalla combustione di legna di olivo o di leccio che secondo me da alla carne un profumo particolare, ma va benissimo anche la classica carbonella. Per accendere il fuoco sconsiglio vivamente di utilizzare prodotti chimici ma soltanto carta di giornale e legnetti secchi. Una volta acceso il fuoco attendere circa 20 minuti se usiamo la carbonella e 1 ora circa se abbiamo fatto un fuoco di legna, in ogni caso la brace deve risultare color grigio cenere e per provare la temperatura ideale dobbiamo riuscire a tenere la mano all’altezza massima della griglia per qualche secondo. Allontanare eventuali fiamme e spargere bene la brace, disporre la carne sulla griglia cominciando dai pezzi più grossi che necessitano di cottura più lunga fino alle salsicce che avendo tempi di cottura brevi possiamo mettere per ultime. Rigirare la carne un paio di volte tenendo d’occhio la cottura se non siamo sicuri del calore. Se lo sgocciolamento del grasso provocasse fiammate improvvise, gettare alla base delle fiamme una manciata di sale. La carne sarà cotta quando infilando il forchettone, questi passerà da parte a parte con facilità. Salare sempre a fine cottura in quanto se salassimo all’inizio la carne potrebbe indurirsi. Man mano che cala la temperatura della brace, abbassare il livello della griglia. Un bottiglione di buon vino rosso e verdura fresca sono il complemento ideale.
Aspetto da parte vostra dei commenti circa su come grigliate la carne....
Mi raccomando state sempre attenti e non mi resta che auguravi una BUONA GRIGLIATA

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

4 commenti:

Bianca Neve ha detto...

Grazie dei preziossissimi consigli, io e mio marito adoriamo il barbecue!

Ylenia ha detto...

Mi credi se dico che non ho mai cotto niente sul barbecue? Lo facevano i miei genitori, i miei zii quando io ero piccola e crescendo lo facevano gli amici, io mi occupavo sempre di altro nel frattempo. Ma salvo subito il tuo post e ti ringrazio per i preziosissimi consigli. Un bacione

2 Amiche in Cucina ha detto...

la grigliata è sempre una festa, a presto

duecuoriunacucina ha detto...

ad una grigliata non si può mai dire di no....hai mai provato a fare (al termine di una grigliata) i marshmallow alla griglia??? uno spettacolo!!! nel nostro blog troverai la ricetta..a presto!

Posta un commento