RSS

Farinata di ceci

Salve a tutti oggi vi propongo la farinata di ceci...
La farinata di ceci, detta anche torta di ceci o cecìna, è una torta salata molto bassa, preparata con farinadi ceci, acqua, sale e olio di oliva. Si cuoce in forno a legna, in teglia, e assume con la cottura un vivace colore dorato.
Ha radici assai antiche: diverse ricette latine e greche riportano sformati di purea di legumi, cotti in forno. Una leggenda racconta che sia nato per casualità nel 1284, quando Genova sconfisse Pisa nella battaglia della Meloria. Le galee genovesi, cariche di vogatori prigionieri si trovarono coinvolte in una tempesta. Nel trambusto alcuni barilotti d'olio e dei sacchi di ceci si rovesciarono, inzuppandosi di acqua salata. Poiché le provviste erano quelle che erano e non c'era molto da scegliere, si recuperò il possibile e ai marinai vennero date scodelle di una purea informe di ceci e olio.
Nel tentativo di rendere meno peggio la cosa, alcune scodelle vennero lasciate al sole, che asciugò il composto in una specie di frittella.
Rientrati a terra i genovesi pensarono di migliorare la scoperta improvvisata, cuocendo la purea in forno. Il risultato piacque e, per scherno agli sconfitti, venne chiamato l'oro di Pisa.È un piatto tipico di alcune zone del mediterraneo, specialmente della cucina ligure e della cucina toscana costiera.
Questo è dovuto alla sua caratteristica di cibo povero, usato come alternativa al pane, in grado di dare sostentamento grazie alle vitamine, B e C e al fosforo contenuti nei ceci e nella farina che da questi si ricava e che ne costituisce l'ingrediente primario. Usualmente vengono utilizzati per la preparazione un forno a legna e speciali padelle o teglie preferibilmente in rame nelle quali viene fritta ad elevata temperatura.

Ingredienti:
300 gr. di farina "00" di ceci "Molino Chiavazza"
750 ml. di acqua
mezzo bicchiere d'olio extravergine d'oliva
sale
pepe



Preparazione:

Mettere in una terrina l'acqua e la farina di ceci, sbattendo con una frusta per amalgamare bene, salare a piacere e lasciar riposare per dodici ore. Quindi togliere con un cucchiaio l'eventuale schiuma formatasi e mescolare il preparato. In una teglia bassa e larga versare un poco di olio, ungendo bene tutto il fondo, poi il preparato passandolo prima al setaccio, indi, con una spatola di legno, mescolare per fare assorbire l'olio e cospargere la superfice con un trito finissimo di cipolla e una macinata di pepe nero fresco. Quindi porre in forno, a calore alto (220°), per circa venti minuti, fino a che la crosta risulti ben dorata. Servire tiepido.

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

2 commenti:

Giovanna ha detto...

che meraviglia li adorooooo

2 Amiche in Cucina ha detto...

ciao, non so mai come usare la farina di ceci, risolto, a presto

Posta un commento